Orto e dintorni

Viste le numerose richieste, abbiamo deciso di proporre per quest’estate un menu vegano.
Un menu che non ha bisogno di sapori lontani ed esotici per essere privo di ingredienti di origine animale: basta guardarsi attorno, tornare alle nostre origini, e alla coltivazione del nostro orto.

 

MENU ORTO E DINTORNI

  • Gazpacho di pomodori, cetrioli in pesto delle nostre olive
  • Cappuccino di lenticchie di Mondaino
  • Nocciola e agrodolce di giardiniera
  • Riso “Cimone del piloto” in assoluto di porcini
  • Linguine di Kamut “pomodoro e basilico”
  • Orto e dintorni: verdure del nostro orto, crude e cotte, su crema di piselli condite con il nostro olio, aceto alla carota ed estratto di erbe aromatiche.
  • Fragola, sedano verde e latte di mandorle

“Coltivare il proprio cibo significa comprenderne il valore e imparare a non sprecare. Significa stabilire un rapporto intimo con la terra. E significa avere a disposizione verdura fresca, sana e buona. Per questo è importante imparare o ricominciare a fare l’orto: nelle case, nelle scuole, negli ospedali… Basta un pezzetto di terra, un terrazzo, anche solo un balcone.

L’orto può ospitare varietà diverse di ortaggi, legumi, frutta, erbe aromatiche, magari anche medicinali. E’ importante scegliere i prodotti più adatti al proprio territorio, provando a recuperare i semi tradizionali dai contadini del posto, ed è fondamentale prendersi cura della fertilità della terra, preparando il compost con gli scarti organici della cucina (Slow Food in pillole)”